Abilità di Counseling e DBT: prendersi cura della vita con la vita.

Laboratorio di crescita personale

“Abilità di Counseling e DBT:

prendersi cura della vita con la vita”.

 

Venerdì 1 giugno ore 14.00 – domenica 3 giugno ore 13

Seminario residenziale di Termoli (CB)

 

Programma Laboratorio.

  • Presentazione.
  • Perché le abilità di counseling.
  • Perché la Dialectical Behavior Therapy[1] (DBT).
  • Dove si colloca nei processi di counseling.
  • Un modello integrato biopsicosociale.
  • Alla base: la mindfulness.
  • Tavolo interattivo.
  • Attività esperienziali.

 

  • La respirazione/visualizzazione.
  • Life skills: prendersi cura della vita con la vita.
  • I nostri cervelli e la mente olistica.
  • Attività esperienziali.
  • Tavolo interattivo.

 

  • Lo Skills Training.
  • Suscitare azioni orientate a migliori soluzioni e comprensioni.
  • Attività esperienziali.
  • Tavolo interattivo.
  • Per continuare: materiali e contatti.

 

Conduttori:

Antonio Bimbo, trainer supervisor counselor, iscrizione AssoCounseling n. A0128-2010.

Giovanni Brighenti, psicologo, psicoterapeuta, iscrizione albo psicologi n. 2601.

Ai partecipanti verrà rilasciato attestato di partecipazione. E’ stato richiesto il riconoscimento a AssoCounseling.

 

Si consigliano abiti comodi. Potrebbero servire pennarelli o matite colorate con qualche foglio bianco .

Contributo d’iscrizione.

Quota associativa 2018 a SICM Ferrara di 40 €.

Il pagamento si effettua tramite bonifico sul c.c. della Scuola Italiana di Counseling Motivazionale, sede di Ferrara, c/o BPER di Corso Porta Mare, 155, IBAN: IT70K0538713011000000012975.

Causale: quota associativa SICM Ferrara + iscrizione corso “Abilità di counseling r DBT”.

Per iscriversi. Inviare copia della ricevuta di pagamento  all’indirizzo mail:  ferrara@scuoladicounseling.it  oppure al n. di fax:  0532.1911435. Vi daremo pronta risposta di ricezione.

Per informazioni. ferrara@scuoladicounseling.it.



[1] Nel seminario si alterneranno spazi di presentazione cognitiva, spazi interattivi e attivazioni esperienziali.

La DBT nasce nel 1991 negli States a cura del gruppo di Marsha Linehan. E’ un modello molto preciso e vuole essere trasmesso con i tre processi appena citati per creare una formazione che possa essere colta, appresa e poi utilizzata. Il modello si avvale di studi e ricerche “Evidence-based “, nasce dall’approccio cognitivo-comportamentale, inizialmente dedicato alle persone con disturbo bordeline di personalità. Si evolve e si integra con gli studi delle neuroscienze e con l’approccio psicocorporeo, creando una contaminazione tra occidente (CBT, neuroscienze) e oriente (filosofia, mindfulness). Nelle sue articolazioni ha trovato importanti applicazioni anche in ambito educazionale ed aziendale. Oggi essa consiste in una combinazione di psicoterapia, approcci psicoeducazionali individuali e di training di gruppo, counseling e coaching.